Difendere

Quando difendi dal pericolo una persona, un oggetto o un luogo, tira+COS. ✴Con un 10+, prendi 3. ✴Con un 7–9, prendi 1. Fintanto che rimani a difendere, quando tu o ciò che difendi subisce un attacco puoi spendere la presa, un punto alla volta, per scegliere un’opzione:
- Dirotta verso te stesso un attacco diretto alla cosa che difendi
- Dimezza i danni o l’effetto dell’attacco
- Esponi l’attaccante a un alleato, dando all’alleato +1 al prossimo tiro contro il nemico.
- Infliggi danno pari al tuo livello all’attaccante

Difendere qualcosa significa starci vicino e concentrarsi sull’impedire che essa sia attaccata o che chiunque vi si avvicini. Quando ti allontani o smetti di dedicare la tua attenzione agli attacchi che arrivano, perdi tutta la tua presa.
Puoi spendere la presa solo quando qualcuno fa un attacco su di te o sulla cosa che stai difendendo. Le scelte che puoi fare dipendono dall’attaccante e dal tipo di attacco. In particolare, non puoi infliggere danni a un attaccante che non puoi raggiungere con la tua arma.
Un attacco è qualsiasi azione dagli effetti dannosi che puoi ostacolare. Spade e frecce sono attacchi, ovviamente, ma anche lanciare un incantesimo, afferrare o caricare.
Se l’attacco non infligge danni allora dimezzare l’attacco significa che l’attaccante ottiene una parte di ciò che vuole, ma non tutto. Sta a te e al GM determinare che cosa significhi in base alle circostanze. Se stai difendendo l’Occhio Gemmato di Oro-Uht e un orco cerca di sollevarlo dal suo piedistallo, un effetto dimezzato può significare che la gemma cade a terra, ma l’orco non riesce a prenderla, non ora. O magari l’orco riesce a prenderla, ma ci riesci anche tu, e adesso ve la state contendendo con le unghie e i denti. Se tu e il GM non riuscite a mettervi d’accordo su un effetto dimezzato non potete scegliere quell’opzione.
Difendere te stesso è sempre un’opzione. Significa rinunciare a fare attacchi per concentrarsi sulla propria sicurezza.

Difendere

Mefronia's Quarrel anemoa83 anemoa83